La mia esperienza personale

A volte è sufficiente una persona o una frase per farti cambiare direzione.
Tutto sta nella volontà di intraprendere una nuova direzione.

Pierluigi Ciarapica

A trent'anni ero amministrazione delegato di una società ed avevo già realizzato il mio sogno: diventare un manager!
Dopo un pò di tempo però quell'ambito ruolo incominciava a starmi sempre più stretto; il senso di disagio e di frustrazione si faceva più forte e opprimente. Avevo rapidamente raggiunto con successo quello che da sempre credevo fosse il mio obiettivo professionale e, invece, una volta arrivato alla meta... ho scoperto di non sentirmi soddisfatto!
Nonostante tutto e tutti, ebbi comunque il coraggio e la forza di lasciare quanto avevo fino a quel momento conquistato: il mio sogno si era infranto, le certezze economiche svanite improvvisamente ed il futuro divenne incerto.
Per la prima volta avvertii una profonda sensazione di disagio e di inadeguatezza.
In tale stato di disorientamento riecheggiava spesso in me una citazione pronunciata da un dirigente della IBM ai tempi della mia frequentazione al Master della Luiss: "Nessun vento ti sarà a favore se non sai dove veramente vuoi andare".
Nel tempo mi sono ripetuto spesso quella frase e sono giunto alla conclusione che nel mio passato di adolescente e di giovane adulto mi sia proprio sfuggito quell'importante avverbio veramente... la causa di alcune scelte fondamentali, rivelatesi poi inappropriate alle mie attitudini e ai miei interessi.
In quel particolare momento ero forte solamente del fatto che tutto quello che avevo realizzato (una laurea, un master qualificato, incarichi di prestigio, un lavoro invidiabile) era servito sicuramente a qualcosa, ma non era ancora sufficiente a raggiungere la mia realizzazione personale e professionale.
Allora cosa avrei potuto fare? Chi ero in realtà? Dove sarei dovuto veramente andare? Come potevo scoprire davvero i miei obiettivi?
Durante tale periodo di smarrimento ecco che mi si presenta improvvisamente una persona inattesa; la sua sapienza e la sua saggezza riuscirono a mettermi ragionevolmente in carreggiata e a riaccendere in me la passione per un nuovo progetto: il mio futuro!
Questa persona si rivelò una guida molto importante per il mio discernimento e per una profonda conoscenza di me stesso. Non solo mi fece scoprire quello che ero predisposto a fare naturalmente, ma si adoperò affinché i miei talenti e le mie doti fossero valorizzati e concretizzati.
Se oggi sono una persona serena e realizzata, lo devo principalmente a chi non aspettavo e gli sarò sempre grato e riconoscente.
Questa in breve è la mia esperienza personale dalla quale ho imparato una grande lezione di vita: agire in maniera indipendente, credendo di farcela sempre da soli, può costare caro in termini di energie, risorse e tempo prezioso.
Per queste ragioni credo fortemente che l'interdipendenza rappresenti il livello massimo della maturità di una persona e che nel momento in cui decidiamo di affidarci validamente a qualcuno, per capire meglio "dove veramente vogliamo andare", i nostri "venti a favore" possono arrivare prima di quanto sperassimo.
A volte nella vita basta l'incontro di una persona o una frase per farti cambiare direzione. Tutto sta nella volontà di intraprendere una nuova direzione.
Per questo credo nel coaching.

Pierluigi Ciarapica